Bonifiche da amianto

TB Teseco Bonifiche ha acquisito un’approfondita competenza nella gestione delle problematiche connesse alla presenza di amianto (e fibre artificiali vetrose F.A.V.) nel suolo, nei siti produttivi e negli edifici industriali e civili.

TB svolge un servizio completo nel campo delle bonifiche connesse alla presenza di di materiali contenenti amianto (c.d. m.c.a.) ed oggi anche delle fibre artificiali vetrose (c.d. F.A.V., aventi caratteristiche analoghe di pericolosità), dalla fase iniziale delle indagini (censimento e mappatura) alle analisi di controllo, sino alla progettazione ed esecuzione di interventi anche complessi di risanamento ambientale, finalizzato a riqualificazione e/o a dismissione nel suolo, nei siti produttivi e negli edifici industriali e civili.

Con il termine “amianto” si identificano una serie di minerali facenti parte del gruppo degli anfiboli o del serpentino, i quali presentano un abito fibroso. Le eccellenti caratteristiche chimico-fisiche dell’amianto, hanno fatto sì che fosse utilizzato in passato come materiale coibente ed impiegato, ad esempio, nel campo dell’edilizia o nella costruzione di manufatti (pavimenti, tubazioni, vernici).  E’ ormai noto che l’amianto possieda natura cancerogena, poiché le polveri contenenti le fibre del minerale provocano gravi patologie dell’apparato respiratorio, tra cui l’asbestosi ed altri tipi di neoplasie; l’utilizzo dell’amianto è stato pertanto vietato con la legge 257/1992 e successive normative (poi riprese all’interno del D.lgs. 81/08 e smi).

L’amianto può avere una struttura friabile, oppure una struttura compatta a minore polverosità. Nel primo caso, mca friabile, l’amianto veniva impiegato in costruzioni industriali e civili, grazie alla sua resistenza al calore: tra alcuni utilizzi si annoverano la coibentazione termica industriale e civile, la coibentazione acustica e per il controllo della condensa, la funzione antincendio di edifici aventi strutture portanti in ferro, palestre, sale conferenze, cinema e teatri, ambienti ad elevata umidità, lavanderie. Nel secondo caso, mca compatto, l’amianto veniva impiegato in prevalenza (ma non solo) come miscela a matrice cementizia, conosciuta col nome commerciale di “Eternit “nella fabbricazione di lastre di copertura, tubi per approvvigionamento e scarico idrico.     

Nonostante l’utilizzo dell’amianto sia stato abolito da molti anni, il problema dell’inquinamento da amianto risulta essere ancora materia attuale di dibattito tecnico. Il vasto uso che si è fatto di tale materiale rende la sua presenza quasi ubiqua, il che determina un notevole impatto sociale, sia dal punto di vista sanitario che economico.  Lo smantellamento rappresenta dunque una opportunità di miglioramento della qualità della vita e di rivalutazione del patrimonio immobiliare (ad esempio attraverso interventi di miglioramento energetico o installazione di tetti fotovoltaici al posto di quelli di cemento amianto). Il ricorso ai sistemi di incentivazione e agevolazione fiscale previsti dalla normativa consente di ammortizzare gli investimenti e rendere sostenibile la bonifica e l’up-grade energetico degli immobili.

La bonifica di siti inquinati da amianto richiede tecniche specialistiche per la mitigazione dell’impatto sanitario delle lavorazioni.  Le fasi specifiche in cui si articolano gli interventi sono le seguenti:

Gli step sopradescritti si applicano sia per quanto concerne l’amianto friabile sia per quello compatto, nonostante i due tipi di materiale necessitino di approcci diversi.

TB offre i seguenti servizi:

Redazione del progetto di bonifica:

Sulla base dei risultati evidenziati dalla mappatura e dei relativi indici di rischio, TB propone un piano, anche pluriennale, con l’indicazione del programma progressivo di bonifica.

Realizzazione intervento di bonifica:

Sulla base del progetto approvato e secondo il timing concordato, TB procede all’esecuzione degli interventi di bonifica, attraverso le tecniche più idonee, identificate tra le seguenti:

In alcuni casi si può procedere allo smontaggio del manufatto contenente amianto ed al trasporto in un’area confinata realizzata in cantiere (od in altro sito autorizzato): questa tipologia di intervento è detta “bonifica ex situ”.

Interventi di bonifiche da amianto

scopri tutte le referenze di bonifiche da amianto